Circolo Fotoamatori Valle di Ledro

Scatti in evidenza

 

Circolo Fotoamatori Valle di Ledro

 

Il Circolo Fotoamatori Valle di Ledro è stato fondato nel 1982 da Renzo Mazzola, che ne è stato presidente fino al 2014.

La prima sede era collegata alla biblioteca di Bezzecca, mentre successivamente il Comune ha messo a disposizione i locali di via Vittoria n° 18 a Pieve – tutt’ora luogo di ritrovo e formazione per gli appassionati.

Fin dalla sua nascita, il Circolo Fotoamatori Valle di Ledro è sempre stato presente sulla scena fotografica nazionale e internazionale, sia con i propri soci sia come sodalizio associato FIAF.

Attualmente, le attività svolte sono prevalentemente incentrate su tre filoni: quello didattico, con i corsi di fotografia; quello espositivo, con mostre collettive e personali; quello di approfondimento, con autori e concorsi.

Il circolo conta circa una ventina di soci. Dal 2014 il consiglio direttivo è così composto: Lorenza Donati – presidente; Remigio Fedrigotti – vicepresidente; Carmen Ferrari – segretario.

Attività

 

  • Il Circolo Fotoamatori Valle di Ledro è lieto di annunciare l'inaugurazione della mostra dal titolo "La lista di Candido - I lavoratori della Collotta & Cis di Molina di Ledro tra magnesia, amianto e lavoro", in programma per venerdì 18 maggio alle ore 18 presso il Museo dell'Alto Garda di Riva.
    Il progetto fotografico e documentaristico è frutto di un corposo lavoro di ricerca storica, socio-economica e sanitaria ed è stato realizzato nel corso degli ultimi due anni in sinergia con l'Associazione Araba Fenica e il Museo Alto Garda, in collaborazione con Luca Chistè per la curatela iconografica.
    Nella stessa giornata verrà presentato il libro dedicato all'iniziativa, mentre domenica 20 maggio, dalle 14 alle 16, in occasione di "Palazzi Aperti 2018", sarà possibile visitare la mostra e le relative installazioni.
  • Come già annunciato precedentemente, nel mese di aprile Remigio Fedrigotti terrà due incontri - nella nostra sede di Pieve, alle 20.30 - sull'uso di Lightroom CC.

    La prima serata è prevista per venerdì 6 aprile: in quest'occasione cercheremo di capire cos'è e come si può avere il programma di Adobe, come si possono importare, catalogare e organizzare le foto. La seconda serata è invece fissata per venerdì 13 aprile: qui vedremo come si possono correggere e migliorare le fotografie, e come Lightroom si interfaccia con Photoshop.

    Chi fosse interessato a prender parte agli incontri si metta direttamente in contatto con Remigio (in modo da permettergli di sapere in quanti saremo) e porti con sé una chiavetta Usb.
  • Si ricorda l'appuntamento di venerdì 9 febbraio alle 20.30 presso la sede del Circolo fotoamatori Valle di Ledro - in via Vittoria a Pieve, per l'assemblea ordinaria dei soci.
    Si tratta di un'occasione importante di confronto e crescita, con il resoconto del lavoro del 2017 e l'illustrazione del programma delle attività previste per il 2018, alla quale è gradita la presenza di tutti.
  • Nel mese di ottobre il Circolo Fotoamatori della Valle di Ledro organizza un corso base teorico-pratico di fotografia: per gli appassionati una splendida occasione per avvicinarsi a questo mondo.

    Le lezioni si terranno il martedì alle 20.30 presso la sede in via Vittoria, 18 a Pieve di Ledro, con inizio martedì 17 ottobre. Il corso si articolerà in 6 lezioni (5 teoriche e 1 uscita sul territorio) ed è aperto a tutti.

    Verranno trasmesse le basi di tecnica fotografica, elementi di composizione e nozioni sull’importanza della fotografia come linguaggio e comunicazione.

    Le iscrizioni si possono effettuare via e-mail all’indirizzo [email protected] oppure la sera di inizio corso.

    Vi aspettiamo!
  • La FIAF organizza un nuovo progetto nazionale dedicato alla famiglia, il cui scopo è documentare ed interpretare, attraverso la fotografia, la famiglia italiana contemporanea alla luce delle trasformazioni epocali che hanno riguardato i diversi ruoli dei suoi componenti, le identità sessuali, le esigenze economiche, il ruolo della donna e la presenza di immigrati e italiani di nuova generazione.
    Per famiglia italiana si intende la famiglia che vive stabilmente in Italia, indipendentemente dalle nazionalità di origine dei suoi componenti.
    E’ prevista un’Iscrizione obbligatoria al progetto entro il 30 ottobre 2017 (vedere link).
    Possono partecipare al progetto nazionale tutti i fotografi (amatoriali e professionisti) d’Italia, in forma singola, in forma associata attraverso i circoli di appartenenza (circoli iscritti FIAF) o in gruppi auto costituiti (tutti i componenti del gruppo debbono essere iscritti FIAF).
    La partecipazione è gratuita per tutti i soci FIAF iscritti nel 2017 ma per chi non lo fosse è ugualmente possibile a fronte del pagamento di una quota di iscrizione pari a €. 20.00 per cadauno partecipante al progetto (vedere link sotto).
    La consegna delle opere al CIFA–Centro italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena (AR) deve avvenire entro il 30 dicembre 2017.
    Il 16 giugno 2018, presso il CIFA di Bibbiena, verrà inaugurata la grande MOSTRA NAZIONALE dei progetti selezionati da un’apposita commissione, mentre sul territorio italiano saranno presto aperte circa 150 MOSTRE LOCALI. Verranno pubblicati anche due volumi, il “Catalogo della mostra nazionale” (la pubblicazione delle opere è gratuita) ed il “Libro delle mostre locali”, su proposta dei singoli organizzatori (la pubblicazione delle opere è a pagamento).
    Per le informazioni complete e la modulistica consultare il blog dedicato oppure il Coordinatore artistico per il Trent